Giù dal nido Una danza prodigiosa

St 1Ep 10
All'alba di un nuovo giorno, quando tutta la famiglia si prepara a volare, Tino esce dal nido e segue la mamma, il papà e i suoi due fratellini. Il papà è fiero di lui, la mamma e i fratelli sono sorpresi e gli fanno grande festa. Tino, finalmente, può volare con la propria famiglia, che lo porta a vedere luoghi meravigliosi. Tino è frastornato, non ha mai visto tante cose in un solo giorno, non conosceva il mondo. Sulla via del ritorno, quando il nido è vicino, Tino vede arrivare i soliti tre giovani uccelli, con la bella usignola a seguito. Quelli fanno acrobazie e gonfiano il petto, finché Tino non li lascia a bocca aperta. Tino, infatti, si libra in volo leggiadro fino ad arrivare a quelli e a superarli, arriva in alto, in alto, sembra stia toccando il sole, tutti lo seguono con lo sguardo, poi si lancia a capofitto verso il basso e chi lo guarda si copre il becco con l'ala, per paura che Tino si schianti sul prato di conifere. Ma Tino plana di colpo, comincia a volare raso al suolo. Poi, volteggia elegante tra gli alberi, raggiunge il gruppo di uccelli, ruota intorno alla bella usignola. Nel frattempo torna la famiglia di Tino, tutti gli uccelli si affacciano dai propri nidi e ai propri rami per guardare quella danza mai vista prima. L'usignola tiene un fiore tra le mani, è innamorata.
Vai al titolo