Agorà Estate La grande sete - 30/06/2022

St 20223 min
Domenico Biancucci è un agricoltore di Vetralla, in provincia di Viterbo. Tra le sue produzioni anche l'olio e la nocciola. Purtroppo da febbraio sul suo terreno non cade una goccia d'acqua e alcuni dei pozzi sono ormai a secco. La terra ha perso qualsiasi umidità, si è fatta polverosa. Oltre alla siccità, ad aggravare la situazione, le elevate temperature e queste ondate di caldo che hanno letteralmente bruciato le inflorescenze primaverili degli ulivi e dei noccioli. Da quelle piante, quest'anno, non ci si può attendere frutto. Niente olive né nocciole, una stagione in perdita con danni da migliaia di euro. L'azienda agricola di Biancucci può contare solo sull'ultima acqua presente in alcuni dei pozzi più profondi. Ma la domanda che assilla - lui e gli altri agricoltori della Tuscia - è: "Fino a quando ci sarà acqua nei pozzi?" Il racconto della grande sete di Margherita Basso.
Vai al titolo