Le serie di RaiCultura.it Loop station. L'orchestra in una scatola

Ep 29
La loop station è uno strumento - nella forma di rack unit o più comunemente di pedaliera - che permette al musicista di registrare e riprodurre frammenti musicali (loop) in sequenza ciclica, senza interruzioni e in forma sempre identica. Dopo aver registrato una frase, alla pressione di un pulsante essa viene ripetuta continuamente fin quando il musicista preme il pulsante di stop. È molto utilizzato negli spettacoli di musicisti singoli o piccoli ensemble per registrare basi ritmiche sulle quali suonare assoli con lo stesso strumento. I compositori e musicologi francesi Pierre Schaeffer e Pierre Henry furono i primi a teorizzare e utilizzare artisticamente il "cerchio chiuso" del loop all'inizio degli anni 50. Sul disco su cui stavano registrando si era formata della polvere, la puntina di lettura del disco saltò e compì un "cerchio chiuso" invece che continuare di continuare la sua corsa a spirale. Quella frase ripetuta fu la base su cui costruire il loro concetto di "musica concreta": uno dei primi modelli di manipolazione del suono per fini compositivi e probabilmente la prima scuola di musica elettronica. Fabio Usai in arte Fabiuss Fexitudo spiega storia e magia dello strumento.
Vai al titolo