Le serie di RaiCultura.it L'eclissi dell'uomo nell'epoca dell'intelligenza artificiale

Ep 14
Paolo Ercolani parla degli effetti delle nuove tecnologie e dell'intelligenza artificiale sullo sviluppo dell'intelligenza umana. Per circa un secolo, da quando nei primi del Novecento si cominciò a misurare il quoziente intellettivo delle persone, abbiamo assistito a un graduale ma costante aumento. Ciò fino al 2009, quando hanno cominciato ad emergere degli studi che documentavano una regressione. L'epoca degli smartphone, ma anche delle tecnologie digitali e dell'intelligenza artificiale in genere, è quella in cui non per caso l'intelligenza umana regredisce. Paolo Ercolani insegna Filosofia dell'educazione, Storia della filosofia e Teoria e tecnica dei nuovi media presso l'Università di Urbino. Si occupa di liberalismo e del passaggio epocale dalla società industriale a quella in Rete. Scrive per varie testate, tra cui "L'Espresso" e ha collaborato con "la Lettura" del "Corriere della Sera" e con Rai Educational Filosofia. Fondatore e membro del comitato scientifico dell'Osservatorio filosofico, è autore di vari articoli e libri, tra cui, Il Novecento negato. Hayek filosofo politico (Perugia 2006); System Error.
Vai al titolo