Kilimangiaro Abruzzo - Navelli (Aq)

St 2022
Situato all'estremità delle propaggini sud-orientali del massiccio del Gran Sasso d'Italia, su di un colle. Si adagia come una piramide di case e viuzze color della pietra sul vasto altopiano al quale dà il nome, "Piana di Navelli", tra la conca dell'Aquila e quella di Sulmona ed è attraversata dal tratturo magno L'Aquila-Foggia, che convogliava le greggi provenienti dai massicci del Gran Sasso, di parte del Sirente e della Majella ai vasti pascoli del Tavoliere delle Puglie. VI sec. a.C., primi insediamenti ad opera dei Vestini; nell'area sotto l'odierno abitato sorgeva il vicus Incerulae. 787, prima menzione della chiesa di Cerule, l'attuale Santa Maria in Cerulis, nel Chronicon Vulturnense, il registro delle rendite e dei doni.
Vai al titolo