Le serie di RaiCultura.it Basso elettrico override

Ep 1
4,5 o 6 corde? Dita, sticks o plettro? Sono molti i modelli di basso che si sono succeduti nella storia del rock da quando nel 1951 Leo Fender progettò il primo modello elettrico creato in serie. E sono molteplici le tecniche per suonarlo, dalle bacchette di Tony Levin (creatore della prodigiosa tecnica nota come funk fingers) allo slap inventato da Larry Graham di Sly & the Family Stone: quella caratteristica alternanza di strappi e percussioni con il pollice portata alla ribalta delle grandi masse rock da Flea dei Red Hot Chilli Peppers. Emanuele Sterbini, in arte Sterbus, bassista e compositore, afferma l'unicità dello strumento. Secondo me il basso si può considerare il vero strumento solista. Mentre la chitarra deve aspettare il momento dell'assolo per farsi sentire all'interno di una canzone, il basso può essere libero di inventare variazioni dall'inizio alla fine, di non suonare sempre la stessa cosa nello stesso punto. Un bassista può trovare mille idee per andare incontro a un pezzo! Dopo numerosi anni di militanza come bassista in band romane di generi che spaziano dal beat cattolico al power pop al rock sperimentale, Emanuele Sterbini decide di mettersi in proprio esordendo col cd autoprodotto Modern Cabinet Transition Folk nel 2003. Sotto lo pseudonimo di Sterbus, produce i successivi Eva Anger, Chi ha ordinato gli spinaci? e Iranian Doom, dove gli echi stoner e post rock si mescolano a quelli dei padri riconosciuti: Cardiacs, Frank Zappa, XTC, Beatles, King Crimson.
Vai al titolo