E' sempre mezzogiorno Timballo di tagliatelle - 02/02/2022

St 2021/2212 min
Mauro e Mattia Improta preparano un piatto unico ideale per il pranzo domenicale. Vediamo come preparare il timballo di tagliatelle. Ingredienti: per la pasta: 300 g di farina, 3 uova, sale; per il condimento: 200 g di macinato di manzo, 1 uovo, prezzemolo tritato, 200 g di funghi misti, 100 g di piselli, 1 cipolla, mezzo bicchiere di vino rosso, 1 litro di passata di pomodoro, 100 g di prosciutto cotto a dadini, 200 g di mozzarella fior di latte, 80 g di formaggio grattugiato, 1 rotolo di pasta brisèe, 50 g di burro, olio evo, sale e pepe Procedimento: Facciamo le tagliatelle nel classico modo, ossia impastando la farina con le uova e un pizzico di sale. Tiriamo il panetto ottenuto con la macchinetta o con il mattarello ricavandone la sfoglia da cui ritagliamo le tagliatelle, che lessiamo infine in acqua bollente e salata. Per il sugo, scaldiamo un goccio di olio in una casseruola, uniamo la cipolla tagliata finemente, la facciamo ben rosolare, quindi mettiamo i funghi misti, lasciamo stufare qualche istante, sfumiamo con il vino e poi aggiungiamo la passata di pomodoro. Saliamo, pepiamo e lasciamo cuocere per almeno 15 minuti. In una padella antiaderente scaldiamo un goccio di olio, uniamo un pezzetto di burro, quindi mettiamo a cuocere i piselli aggiungendo anche il prosciutto cotto tagliato a dadini. Facciamo le polpette di carne mettendo in una ciotola il macinato di carne, il prezzemolo tritato, un pizzico di sale, un uovo intero e il formaggio grattugiato. Amalgamiamo bene tutto. Formiamo con le mani delle polpettine, che cuociamo in una padella antiaderente senza alcun condimento. Scoliamo le tagliatelle nel sugo di pomodoro e aggiungiamo anche i piselli e i dadini di cotto. Amalgamiamo bene. Imburriamo una tortiera da 22 cm, la foderiamo con la pasta brisèe, mettiamo metà del composto di tagliatelle, sopra la mozzarella a fettine, qualche polpetta e una spolverata di grana. Ultimiamo con l'altra metà di tagliatelle, altre polpette. Sistemiamo bene i bordi
Vai al titolo