Newton La pesca e l'acquacoltura

St 2022Ep 15
Insieme a Giulia Prato, biologa marina e responsabile del Programma MARE del WWF, scopriamo l'importanza, non soltanto scientifica, del mondo della pesca e dell'acquacoltura, che rappresenta il mezzo di sostentamento per il 12% circa della popolazione mondiale. Pratiche illegali, pesca eccessiva, specie marine a rischio, sovrasfruttamento degli stock ittici sono soltanto alcuni dei temi affrontati per scattare un'istantanea della situazione attuale. Anna Pancaldi traccia invece un ritratto dell'attività di pesca nei nostri mari e negli oceani di tutto il mondo, sottolineando i rischi e le minacce per gli ecosistemi marini. Ci spostiamo poi nella suggestiva zona del delta del Po, a Scardovari in provincia di Rovigo, dove la biologa marina Valentina Finotti descrive l'attività di molluschicoltura, evidenziandone la sostenibilità con cozze, vongole e ostriche che rappresentano anche degli ottimi biomarcatori dell'ambiente in cui vivono. Ad Ancona, infine, incontriamo Alessandro Lucchetti, primo ricercatore dell'Istituto per le Risorse Biologiche e le Biotecnologie Marine del CNR, e con lui saliamo a bordo della Tecnopesca, una barca che conduce attività di ricerca su attrezzi e dispositivi innovativi per la pesca marittima, come quelli sviluppati per il progetto "Life Delfi" che hanno l'obiettivo di salvare il pescato e allo stesso tempo di proteggere le specie marine che rimangono intrappolate nelle reti da pesca.
Vai al titolo