Speciale Tg1 "Fine Pena?" - 08/11/2021

St 2021/2272 min
Cosa ne sarà dell'ergastolo ostativo, attualmente applicato a 1259 detenuti? Con la sentenza della Corte Costituzionale del maggio scorso, per la prima volta dopo le stragi di mafia '92-'93, cambierà la legislazione antimafia. Entro maggio 2022 il Parlamento dovrà infatti modificare la legge per recepire i criteri fissati dalla Consulta in base ai quali anche i detenuti all'ergastolo ostativo potranno accedere ai benefici, sbarrando l'accesso invece a chi rimane collegato ai clan. Se dopo le stragi in cui persero la vita Falcone e Borsellino, fu stabilito che i boss non dovessero godere né di permessi premio né della liberazione condizionale senza collaborare con la giustizia, oggi dopo le recenti sentenze della Corte Europea dei Diritti Umani e della Corte Costituzionale, che dichiarano incostituzionale l'ergastolo ostativo, anche gli irriducibili potranno accedere ai benefici penitenziari in assenza di collaborazione con lo Stato. A Speciale TG1 Maria Grazia Mazzola ricostruisce le fasi salienti dalle stragi di mafia ad oggi alla luce di questo cambiamento: il braccio di ferro tra cosa nostra e lo Stato su ergastolo, 41 bis e 4 bis, ma anche la storia di un ex killer che - grazie ai laboratori in carcere di Nessuno Tocchi Caino - ora ha un'altra vita. Occhi puntati dunque sugli stragisti: Filippo Graviano ha già chiesto un permesso premio, dichiarandosi 'dissociato' da cosa nostra. Giuseppe Graviano sta per laurearsi in carcere in una branca della Biologia: in esclusiva a Speciale TG1, lo racconta il suo legale Giuseppe Aloisio...
Vai al titolo