Agorà Estate la politica di ferrragosto si infiamma con la caduta di Kabul - 18/08/2021

St 20212 min
Se fosse una coppa di gelato, la maggioranza correrebbe il rischio di sciogliersi. Ad infiammare il clima - di per sé tropicale - di questa torrida settimana di Ferragosto, la caduta di Kabul e la nascita dell'emirato islamico in Afghanistan. E se il ministro di Maio è stato costretto ad un precipitoso rientro nella capitale, dopo essere stato beccato sulle spiagge in Salento a gestire la questione afgana; ieri il leader di IV Matteo Renzi è tornato a bacchettare l'amministrazione Usa per l'errore di aver aperto un dialogo con i Talebani. Del resto non mancano i temi di scontro politico che si sono trascinati sotto l'ombrellone: le accuse di Salvini alla ministra Lamorgese su profughi e accoglienza; il pasticcio del green pass nelle mense aziendale con il conflitto tra sindacato e Confindustria; il caso 'Durigon' per il quale il PD chiede le dimissioni dopo la questione 'Arnaldo Mussolini'. Il racconto della nostra Francesca Martelli si snoda tra i palazzi della politica in una Roma agostana accaldata e svuotata, tra turisti e chi prova ad offrire loro servizi e ristoro. Una città in cui l'assenza - come dice il poeta - si fa 'più acuta presenza'.
Vai al titolo