Stem Clima

St 2021Ep 5
In questa puntata Davide Coero Borga compie un viaggio alla scoperta dello studio del clima sulle tracce dei protagonisti e dei progetti di ricerca dedicati a questo tema di estrema attualità. Il clima racconta ogni volta una storia nuova, ecco perché siamo andati nei laboratori di ricerca ma anche sul campo, per conoscere le attività sperimentali portate avanti dai ricercatori in montagna, al mare e nelle grotte. Nella riserva naturale della laguna dello stagnone di Marsala, incontriamo Gianluca Sarà, professore di Ecologia dell'Università di Palermo, impegnato in un progetto sugli effetti dei cambiamenti climatici grazie allo studio di piccoli animali marini. Renato R. Colucci, geomorfologo specializzato in ambienti glaciali e periglaciali dell'Istituto di Scienze Polari del Consiglio Nazionale delle Ricerche, ci racconta i mutamenti climatici attraverso lo studio della neve sul Monte Canin, al confine tra la provincia di Udine e la Slovenia. Nel Lazio, alla Grotta delle Capre di San Felice Circeo, il geologo Fabrizio Marra dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e l'archeologo preistorico Mario Federico Rolfo dell'Università di Roma Tor Vergata ci spiegano l'importanza e la potenza della geo-archeologia in riferimento allo studio del clima. All'Orto Botanico di Padova incontriamo Claudia Agnini, micropaleontologa e paleoclimatologa dell'Università di Padova, per scoprire il legame tra il clima del passato e quello del presente. A Trieste il fisico del clima Filippo Giorgi, esperto di fama internazionale e responsabile della sezione di Fisica della Terra del Centro Internazionale di Fisica Teorica Abdus Salam, ci spiega com'è cambiato lo studio del clima nel corso degli anni e in particolare, quali sono le nuove frontiere della modellistica climatica.
Vai al titolo