Agorà Al tavolo di lavoro - 09/06/2021

St 2020/213 min
Infuria la polemica sui numeri di stagionali e lavoratori precari che tra bar, ristoranti, stabilimenti ed alberghi mancherebbero all'appello di questa 'ripartenza'. Si stima siano 150mila gli addetti tra camerieri, barman e bagnini che rovinano i sogni di quei datori di lavoro che, ormai pronti a riavviare la propria attività si trovano a corto di personale. E se c'è chi punta il dito contro sostegni, ammortizzatori sociali quali il reddito di cittadinanza che disincentiverebbero la ricerca di nuove forme di lavoro; non manca chi segnala come il lavoro 'rifiutato' rischi di essere quello sottopagato. Matteo Barzini ha provato a chiedere a camerieri e barman che lavorano nei locali dei quartieri della movida di Roma, che tipo di contratto abbiano potuto sottoscrivere e se si sentano, o meno, garantiti.
Vai al titolo