Agorà Il festival specchio del paese - 03/03/2021

St 2020/122 min
L'allarme sanitario è destinato a lasciare il posto ad una crisi economica da far tremare i polsi. Centinaia di migliaia di persone rischiano di perdere il lavoro. Stando all'Istat, nel II trimestre del 2020 si contavano già 470 mila unità in meno nel computo delle persone occupate. Lo spettro di licenziamenti si somma a quello di migliaia tra negozi, botteghe e piccole imprese che non ce l'hanno fatta. Del resto nelle canzoni di Sanremo anche le 'ferite' del Paese hanno sempre trovato accoglienza. Dalla speculazione edilizia denunciata da Celentano con "Il ragazzo della via Gluck" (1966), al disagio mentale di "Ti regalerò una rosa" di Simone Cristicchi (2007), dal tema del salario di "Chi non lavora non fa l'amore" del Molleggiato e sua moglie Claudia Mori del 1970; dall'emigrazione de "La Casetta in Canadà" di Gino Latilla del 1957...insomma non ci deve sorprende che anche quest'anno la Canzone italiana abbia seguito il suo impulso a lenire certe nostre ferite.
Vai al titolo