Agorà Bambini in carcere: allo studio una legge perché non accada mai più - 16/03/2021

St 2020/213 min
30 piccoli dietro le sbarre, bambini, innocenti, senza nessuna colpa tranne quella di essere figli di una donna che ha sbagliato, che ha commesso un reato per il quale è stata condannata alla reclusione. Con la pandemia, i bambini che per non essere separati dalla loro madre finiscono in carcere, e sono bimbi che hanno da 0 a 3 anni, hanno perso anche quella poca libertà che avevano: non escono praticamente mai. Ma anche se la legge, ovviamente, non prevede che bambini così piccoli possano commettere reati e tantomeno finire dietro le sbarre, il legislatore non ha ancora trovato una soluzione che ponga fine in maniera conclusiva a questo dramma. Oggi, in corso di studio in commissione alla camera, una nuova legge potrebbe liberare questi bambini dalla prigione, il primo firmatario è il pediatra Paolo Siani. La nuova proposta di legge mira a cancellare la possibilità della detenzione per madri con bambini piccoli, disponendo che la pena venga scontata solo in custodia attenuata o in comunità, utilizzando i nuovi fondi stanziati nell'ultima legge di bilancio per la realizzazione nuove case famiglia dedicate, visto che al momenti, in Italia, ne esistono solo due.
Vai al titolo