Agorà Vaccinati o licenziati - 11/01/2021

St 2020/212 min
Quello di Bagno di Romagna, 5760 abitanti in provincia di Forlì-Cesena, pare destinato a diventare un caso simbolo: vaccino o licenziamento? La vicenda nasce nella Casa di Assistenza Camilla Spighi, RSA del piccolo comune, dove alcuni dipendenti hanno rifiutato il vaccino anti covid. Due di loro, incerti, si sono poi convinti, ma gli altri sembrano decisi a non scendere a patti: su 35 dipendenti i no vax sono ben 16. La Residenza è comunale, dunque chi lavora nella struttura è dipendente del comune e il Sindaco ha minacciato il licenziamento per chi non accetti la vaccinazione. Gli anziani sono i più fragili e non si può accettare che la loro salute sia messa a rischio. Marco Baccini, il sindaco, ha anche scritto una lettera al Premier Conte e al Ministro Speranza chiedendo indicazioni su come procedere. E, considerato che nelle cronache locali casi simili cominciano sempre più spesso ad emergere, è chiaro che su questa difficilissima questione la soluzione si dovrà trovare a livello centrale. Il dibattito è aperto mentre sul territorio si aprono le trincee.
Vai al titolo