Agorà I cento anni del P.C.I. - 21/01/2021

St 2020/213 min
Il 21 gennaio del 1921, al Teatro Goldoni di Livorno, in un drammatico congresso del Partito Socialista Italiano, si consuma la prima sanguinosa scissione a sinistra del 900. Era il XVII congresso del P.S.I e fu anche il I del P.C.d'I (P.C.I. dal 1943), la corrente comunista, guidata da Amadeo Bordiga, Umberto Terracini e Antonio Gramsci, abbandona il partito, si trasferisce nel teatro San Marco e fonda il partito Comunista d'Italia. Cento anni di un partito che è stato a lungo protagonista della vita politica, sociale e culturale del nostro paese, fino al novembre del 1989 svolta della Bolognina, con Achille Occhetto e alla nascita del PDS un anno e mezzo più tardi. La memoria, i conflitti, i simboli, e la grande eredità del PCI raccontata da Tommaso Giuntella attraverso le testimonianze di Marisa Rodano, comunista e partigiana che giovedì 21 compie 100 anni insieme al suo partito, Ugo Sposetti, storico custode del patrimonio del PCI, che Tommaso intervista tra i documenti e gli oggetti conservati nella Fondazione Gramsci, Luciana Castellina, comunista
Vai al titolo