Agorà Il rosso il nero - 10/12/2020

St 2020/213 min
Mentre nel nostro Paese la vaccinazione anticovid dovrebbe partire dalla metà di gennaio, spunta l'ipotesi che sia già di largo consumo nella comunità cinese, grazie all'uso di un vaccino non ancora in commercio. L'indagine della Guardia di Finanza, partita proprio ieri, sembrerebbe dar corpo a certi sospetti. Allora, fossero anche solo voci, bufale o - peggio - vere e proprie truffe, Anna Di Russo ha voluto sondare il terreno sull'ipotesi di un 'misterioso' vaccino che verrebbe offerto alla comunità cinese in forma ufficiosa. A Napoli - con telecamera nascosta sentiamo da parte di esponenti della comunità cinese affermare che 'sì, molti dei nostri si vanno a fare il vaccino in patria e poi tornano'. Ammissioni in parte smentite a livello ufficiale. "Non c'è alcun vaccino già commercializzato: al massimo -spiega la giornalista e blogger Huag Miamao si tratta di 'qualcosa ancora in fase di sperimentazione'. Ancora più netto il parere del rappresentante della comunità cinese a Napoli che smentisce ogni illazione. Dello stesso avviso anche la rappresentante della comunità cinese in Italia che, al telefono, nega l'esistenza di un vaccino già pronto nel suo paese.
Vai al titolo