Mezz'ora in più Torino, la rabbia delle periferie racconta un nuovo proletariato urbano

3 min
A Torino le tensioni sociali di oggi ci raccontano di una nuova periferia, di un nuovo proletariato urbano. Negli 70 era la zona di Mirafiori l'epicentro del conflitto sociale. Così ci spiega un operaio della Fiat davanti agli impianti dismessi di Mirafiori "noi siamo cambiati, siamo i tutelati oggi". E' in un altro quartiere che troviamo le nuovi classi povere, meno tutelate e più arrabbiate. Sono ragazzini di seconda generazione che si incontrano nella piazzetta di Aurora quartiere periferico. Da quelle case popolari dove un tempo abitavano gli operai, sono partiti lunedì scorso per distruggere le vetrine di Gucci. Ragazzi che si vantano sui social delle loro gesta, ispirati dalla "trap" francese, vestiti firmati e pistole, occupano un presente di precariato lavorativo e di marginalità sociale. di Laura Cappon
Vai al titolo