Agorà Ristoranti e locali: chiuso, per crisi economica - 10/11/2020

St 2020/213 min
Servono separatori e divisori in plexiglass. Schedatura. Dentro mai. Neppure fuori. Fino alle 24! No alle 23. Anzi no, alle 22 si chiude. Asporto sì, asporto no. Insomma, mettere una sera a cena qualcuno per tanti ristoratori è diventato un percorso ad ostacoli, di fatto impossibile. Da chi vende panini e porchetta con il suo Apecar, a chi ospita i propri clienti su una terrazza affacciata sui Fori di Roma, tutti hanno provato a resistere, adottando qualsiasi contromisura pur di allontanare lo spettro della chiusura. C'è chi prova a 'ritrovare il piacere del brunch per giocare sull'orario; chi a vendere pacchetti di 'cena + camera inclusa'. Niente. Per lo chef stellato, come per il più verace dei 'trattori' il copione – indifferente - si ripete. Scende la saracinesca. Si chiudono i cancelli. Si serrano i lucchetti. CHIUSO
Vai al titolo