Agorà Il Dpcm della discordia - 03/11/2020

St 2020/213 min
Si chiude o non si chiude? Negozi, ristoranti, scuole, trasporti... Alle 18 o alle 21? Ci si potrà spostare tra le regioni o torneranno le rigide restrizioni che abbiamo conosciuto la scorsa primavera? Ieri il presidente del consiglio Conte ha riferito in aula alla Camera e al Senato, tra le accese proteste dell'opposizione che rifiuta una collaborazione richiesta, a loro parere, troppo tardi e con l'unico obiettivo di scaricare le responsabilità. Responsabilità del Governo che, anche a seguito del richiamo del Presidente della Repubblica Mattarella, si spera però possano essere condivise da tutte le parti politiche oltre che dalle Regioni. La politica fatica invece a trovare l'accordo e rimanda decisioni che per molti scienziati avrebbero dovuto essere prese da tempo. Dai palazzi della politica, il DPCM della discordia nel racconto di Carlo Bravetti.
Vai al titolo