Agorà Vaccino antinfluenzale strapagato, il caso lombardia - 08/10/2020

St 2020/213 min
L'ultimo bando di Regione Lombardia per l'acquisto del vaccino antinfluenzale puntava a recuperare un milione e mezzo di dosi, ma ne sono arrivate solo 500mila. I vaccini scarseggiano e quelli disponibili si acquistano ormai a carissimo prezzo: la Regione ha pagato le ultime 400 mila dosi di vaccino antinfluenzale 26 euro ciascuna. Una fornitura che porta il totale di vaccini in possesso del servizio sanitario regionale lombardo a quota 2milioni e 800mila; quanto basta, secondo l'assessore Gallera, a coprire il fabbisogno della popolazione più fragile. Un costo esorbitante, circa cinque volte più alto di quello dei vaccini acquistati lo scorso maggio, di cui in molti si chiedono le ragioni. Come se non bastasse - ma questo riguarda tutto il paese - nelle farmacie i vaccini non si trovano, cosa che rischia di lasciare scoperta la gran parte della popolazione attiva mentre i privati che sono riusciti ad acquistarlo per tempo lo somministrano a carissimo prezzo. Il caso Lombardia raccontato dalla nostra Anna Di Russo.
Vai al titolo