Mezz'ora in più Libia, ancora nessuna notizia dei 18 pescatori di Mazara del Vallo detenuti

St 2020/215 min
Dal 1 settembre 18 pescatori di Mazara del Vallo (8 italiani e 10 di origine tunisina, senegalese, indonesiana) sono "in custodia" presso le autorità libiche nella Cirenaica di Haftar. Uno Stato non riconosciuto e che minaccia di portare il 20 ottobre davanti al tribunale militare di Bengasi i pescatori italiani accusati di aver pescato in acque che la Libia considera di sua pertinenza. Le famiglie occupano l'aula consiliare a Mazara da 30 giorni, e una delegazione si trova giorno e notte in presidio davanti al Parlamento a Roma. Il servizio di Cristiana Raffa.
Vai al titolo