Agorà Pescatori prigionieri in Libia: l'appello dei familiari - 25/09/2020

St 2020/213 min
Matteo Barzini ha sentito - qualche giorno fa - alcuni familiari dei 18 pescatori di Mazzara del vallo che dal 1 settembre sono prigionieri delle milizie di Haftar che hanno sequestrato i loro motopesca a 38 miglia dalle coste libiche. I parenti dei nostri 18 connazionali sono da lunedì a Roma per un presidio permanente davanti a Palazzo Chigi per avere risposte dal Governo sulle sorti dei loro cari. Sin dall'inizio, del resto, la vicenda viene monitorata dalla Farnesina e dall'intelligence che segue con attenzione ogni sviluppo. Sono in corso serrate trattative, anche se adesso l'accusa sarebbe quella - davvero poco plausibile - di traffico di droga
Vai al titolo