Domande snack Smart Working: benefici e criticità

St 2020
Chi prova lo Smart Working, di solito, non torna indietro, a patto di aver imparato a sviluppare l'auto disciplina e a separare gli spazi personali da quelli lavorativi: consapevolezza e rispetto verso se stessi e verso gli altri sono gli ingredienti principali per lavorare efficacemente in autonomia. Per cogliere a pieno i benefici dello Smart Working, il lavoratore deve imparare a proteggere la propria sfera privata e familiare, che spesso lo Smart Working invade. Bisogna, quindi, cercare sempre un bilanciamento tra equilibrio personale e obiettivi professionali, la cosiddetta smart attitude. Per i lavoratori, da non sottovalutare i vantaggi del risparmio di costi e tempi di trasferimento, oltre che una maggiore spinta motivazionale nello svolgere il proprio lavoro. In testa all'elenco dei vantaggi che le aziende hanno dallo Smart Working ci sono l'aumento della produttività e la riduzione dei costi. Il lavoro agile, inoltre, attrae e trattiene meglio i talenti che apprezzano autonomia e flessibilità. L'anello debole della trasformazione verso lo Smart Working sono spesso i capi che devono imparare a pianificare le attività, a dare obiettivi raggiungibili e a controllare i risultati. La chiave per fare questo è creare rapporti di fiducia e rispetto. Una produzione Rai Inclusione Digitale
Vai al titolo