Sermonti legge Dante Paradiso, canto XI: O insensata cura de' mortali

San Tommaso spiega a Dante Alighieri che Dio pose due guide a condurre la chiesa, San Francesco e San Domenico, per contrastarne la corruzione morale. San Tommaso ricorda la rinuncia ai beni terreni di San Francesco, l'approvazione dell'ordine ottenuta a Roma, il tentativo di diffondere il Verbo in Siria, le stigmate ricevute sul monte della Verna. Elogia poi il degno successore San Domenico, il cui ordine tuttavia ha perso lo spirito del suo fondatore.
Vai al titolo