a.C.d.C. Guerra e buon senso

St 2020Ep 3
Questo episodio esamina le rivoluzioni spirituali che scossero il mondo tra il 300 a.C. e il 700 d.C. Nell'antica India racconteremo la conversione del sanguinario principe Ashoka al buddismo, in un momento in cui l'impero Maurya era in grande espansione; in Cina vedremo l'esercito di Terracotta, ultimo tentativo di rendere eterno il proprio impero da parte dell'imperatore Qin. Nell'antichità, per un imperatore non era sufficiente dominare i propri sudditi. I sovrani pretendevano di essere adorati come delle divinità. Cleopatra d'Egitto si presentò come l'incarnazione della dea Iside e la sua influenza sull'imperatore Giulio Cesare convinse il dictator perpetuus a voler essere adorato come un dio. A Roma seguiremo l'inarrestabile ascesa del cristianesimo e poi la diffusione dell'Islam in Spagna e Asia Centrale. La conversione di Paolo sulla via di Damasco, la vasta diffusione del Cristianesimo, attraverso i suoi martiri, e quella dell'Islam raccontata attraverso la storia dello schiavo Bilal, che partecipò alla costruzione della prima moschea e fu tra i primi a usare la chiamata alla preghiera, l'Adhan. Dall'altra parte del mondo, l'impero Nazca, in Perù, praticava sacrifici umani per compiacere le divinità nella città sacra di Cahuachi. Sacrifici che non bastarono a salvarli dalla siccità e dalle inondazioni.
Vai al titolo