Sermonti legge Dante Purgatorio, canto XXV: Ora era onde 'l salir non volea storpio

Al dubbio di Dante Alighieri su come possano dimagrire degli esseri incorporei, Stazio risponde con la dettagliata teoria della generazione e dell'infusione dell'anima nel corpo, così come della sua separazione da esso quando sopraggiunge la morte. I tre proseguono il loro cammino nella VII cornice, con una parete infuocata e l'altra che dà nel vuoto: in questo stretto percorso Dante scorge, fra le fiamme, le anime dei lussuriosi, che camminano nel muro di fiamme.
Vai al titolo