Sermonti legge Dante Purgatorio, canto XX: Contra miglior voler voler mal pugna

Nel XX canto Dante Alighieri incontra l'anima di Ugo Capeto, capostipite della dinastia dei Capetingi di cui elenca i peccati, di sovrano in sovrano. Invoca giusta vendetta sui suoi discendenti e spiega che, di giorno, le anime ricordano esempi di povertà, mentre di notte rievocano quelli di avarizia, come Pigmalione di Tiro, re Mida, Marco Licinio Crasso. I due pellegrini si allontanano e il monte del Purgatorio è scosso da un violento terremoto.
Vai al titolo