Sermonti legge Dante Purgatorio, canto IX: La concubina di Titone antico

Affaticato per il lungo cammino, Dante Alighieri si addormenta e sogna un'aquila dalle penne d'oro che lo ghermisce e lo porta tanto vicino al sole da sentirne il bruciore: per il dolore, si sveglia all'improvviso. Al risveglio Virgilio gli racconta che, durante il sonno, Santa Lucia lo ha condotto alla porta del Purgatorio, il cui angelo guardiano lascia passare i due poeti dopo la spiegazione di Virgilio.
Vai al titolo