Sermonti legge Dante Inferno, canto XXVII: Guido da Montefeltro nella lingua di fuoco

Ancora nell'VIII Bolgia Dante Alighieri e Virgilio incontrano il dannato Guido da Montefeltro, che chiede loro notizie della Romagna: il Poeta gli illustra la complessa situazione della terra dominata da numerosi tiranni. Il romagnolo racconta poi la sua storia: dapprima uomo d'armi, poi fattosi frate per espiare i suoi peccati, fu indotto a peccare nuovamente da Bonifacio VIII, che gli aveva chiesto un consiglio sulla guerra contro i Colonna. Guido aveva suggerito al pontefice di promettere il perdono ai suoi nemici senza poi mantenerlo, per coglierli di sorpresa.
Vai al titolo