Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Superquark St 2019 Grotte di Toirano, biopsia liquida, l'orto di Nemo - 14/08/2019

Attraverso un'accurata analisi di ossa animali e di orme umane presenti nelle grotte di Toirano, un gruppo di specialisti di alto livello è stato in grado di ricostruire una giornata in grotta avvenuta 14.000 anni fa. Gianpiero Orsingher è andato a intervistarli. Andrey Varlamov è un fisico russo appassionato di cucina italiana e che lavora a Roma per il CNR. Da anni si cimenta con la fisica applicata alla cottura dei cibi. Questa volta ha realizzato la formula della pizza napoletana. Lo hanno intervistato Paolo Magliocco e Federica Calvia. Le nuove frontiere della prevenzione. Basterà una goccia di sangue per individuare possibili tumori? Marco Visalberghi e Barbara Brenardini sono andati nei laboratori del MIT di Boston per capre cosa sia la biopsia liquida. Barbara Gallavotti e Giulia De Francovich racconteranno di una ricercatrice italiana a Oxford, che sta seguendo le tracce di cinquantamila libri pubblicati nei primi decenni dall'invenzione della stampa. In studio con Piero Angela, il professor Piergiorgio Starta per parlare di emozioni e razionalità. Ancora in studio con Piero Angela, il professor Roberto Cingolani per rispondere alla domanda: il digitale è ecologico? Si può coltivare il basilico sott'acqua? A Noli, in Liguria, si può: è stato, infatti, realizzato l'orto di Nemo, una spettacolare coltura subacquea. Rossella Li Vigni e Roberto Rinaldi sono andati a vedere come si fa. Superquark in un laboratorio di Terni, dove si allevano zanzare per studiare una strategia sorprendente per vincere la guerra alla malaria. Si studia come eliminare la zanzara anofele dal pianeta, facendola estinguere grazie all'ingegneria genetica. Barbara Gallavotti e Francesca Marcelli a Zurigo hanno incontrato un gruppo di esperti che progettano il traffico cittadino e cercano di capire come le auto a guida automatica potrebbero cambiarlo.

Torna su