Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Linea Verde Estate St 2019 Alto Casertano Sorgente di vita: l'acqua

Da Pietramelara a Vairano, a Riardo. Prosegue il viaggio di Linea Verde, tra fitti boschi di castagni, nel territorio di Roccamonfina, nell'alto casertano, antichissimo cratere dell'omonimo vulcano che oggi manifesta la sua attività attraverso sorgenti termali di acque oligominerali e movimenti sismici. Più di 800 capi allevati, 300 ettari di terreni coltivati, 4 quintali di latte lavorati al giorno e trasformati in pregiata mozzarella di bufala da agricoltura biologica DOP: nel caratteristico borgo medievale di Pietramelara, con Federico Quaranta e Peppone, la gloriosa tradizione di uno storico caseificio locale, dapprima azienda ortofrutticola e poi convertita negli anni '50 in allevamento di bufale mediterranee, animale straordinario per la sua peculiare capacità di adattamento e per le caratteristiche organolettiche del suo latte. Una pianta che può raggiungere anche il metro e mezzo di altezza, un fiore bianco, foglie verde intenso, il frutto un legume lungo e schiacciato, che contiene fino a sei semi di colore beige e dalla forma tondeggiante. A Vairano, con Federica De Denaro, la coltivazione del lupino gigante, eccellenza italiana e presidio slow food che nasce nell'ambito del progetto "Presidio della Biodiversità dell'Alto Casertano" con l'obiettivo di rilanciarne la coltivazione e recuperare, così, anche alcuni terreni agricoli fertili, ma abbandonati ed incolti.

Torna su