La Vita in Diretta Estate Un'assurda vicenda che si prende gioco della morte - 25/07/2019

St 2019
Biella. Lo scorso 15 luglio, 8 degli 11 imputati coinvolti nel procedimento giudiziario sullo scandalo delle cremazioni, hanno patteggiato la loro condanna, da 2 anni a 9 mesi. Tra questi, c'era anche Davide Daprea, dipendente della Società Cremazioni Biella (Socrebi), che fornì agli inquirenti i video che documentavano quello che accadeva ai cadaveri nel Tempio Crematorio Di Biella. Corpi cremati insieme senza attendere la conclusione del processo di cremazione. I resti che non si riducevano in cenere venivano gettati nella spazzatura. Una "catena di montaggio dell'orrore", per fare più numeri e più soldi. Uno scandalo, sul quale si è iniziato a indagare il 20 settembre 2018, che ha portato anche all'arresto in via cautelare dei fratelli titolari della società, in attesa di giudizio. 650 famiglie si sono rivolte al Codacons per conoscere la verità
Vai al titolo