Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Prima dell'alba St 2019 Puntata del 6/05/2019

La puntata si apre a Ostia, dove Salvo incontra gli ufologi Fabrizio Molly, fondatore del gruppo Sky Watchers, e Francesca Bittarello, con i quali scruta il cielo romano scoprendo i segreti dell'ufologia e dei cosiddetti "oggetti volanti non identificati". Dal cielo di Roma, Salvo si sposta sotto quello di Napoli per un viaggio tra stelle e pianeti grazie a uno dei planetari più all'avanguardia del Mediterraneo, quello della Città della Scienza. All'interno del planetario Alessandro Amabile, un giovane astrofisico, illustra a Salvo stelle, comete, pianeti e galassie, mostrando come la Città della Scienza racchiuda cultura, modernità, intelligenza, fascino: un patrimonio quindi che non può essere destinato all'abbandono, ma deve tornare a brillare, come le stelle. Dal degrado del quartiere Bagnoli di Napoli a quello di Tor Bella Monaca, Salvo torna a trovare Tiziana Ronzio che, assieme alle donne dell'associazione Tor più bella da lei fondata, ha cercato di riqualificare la zona e il condominio attraverso vari lavori di manutenzione, rendendoli più vivibili nonostante la perenne assenza dello Stato. Dalla superficie dei quartieri di Roma, Salvo scende nei suoi sotterranei, nel Polmone Pulsante, una galleria dove si tengono cene a base di erotismo e arte; qui conosce Senith, una performer che lo guida nella "suburra dell'eros" per un'esperienza sensoriale a tutto tondo. La notte italiana degli eccessi continua a Forlì, al Decadence, un appuntamento con la trasgressione per chiunque voglia uscire dagli schemi senza temere alcun giudizio. Poco prima dell'alba Salvo arriva a Milano al circolo Canottieri di San Cristoforo dove incontra Simone Lunghi con cui perlustra le acque dei Navigli. Simone e i suoi ragazzi, gli Angeli dei Navigli lottano contro l'inciviltà di chi getta in acqua oggetti di qualsiasi tipo, come le biciclette del bike sharing, e ripuliscono le acque armati di guanti e remi.

Torna su