Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Passato e Presente St 2018/19 Gli architetti del Duce

Nel 1922, quando Benito Mussolini prende il potere, il centro storico di Roma appare ancora come un agglomerato di quartieri stratificati nei secoli. Ma la città per il Duce deve essere trasformata: la nuova capitale fascista si deve collegare idealmente, e anche materialmente, all'antica Roma dei Cesari. Interi quartieri di origine medievale e rinascimentale vengono distrutti per far spazio ad antichi monumenti e a nuove strade. La febbre edilizia del regime attira nella capitale i migliori e più originali artisti e architetti: Enrico Del Debbio, Adalberto Libera, Mario Sironi, Luigi Moretti, Gaetano Minnucci, Marcello Piacentini. I loro nomi caratterizzeranno la storia dell'urbanistica della prima metà del '900. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli e il professor Ernesto Galli della Loggia e Paolo Mieli raccontano gli architetti del Duce.

Torna su