Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Italiani con Paolo Mieli St 2019 Ranuccio Bianchi Bandinelli, l'uomo che non cambiò la Storia

La storia di un professore universitario, Ranuccio Bianchi Bandinelli, massimo studioso italiano d'arte romana e tra i padri dell'archeologia moderna. Il suo prestigio, negli anni Trenta, fece di lui un personaggio di cui il regime fascista, mai sazio di vestigia imperiali, andava fiero. Salvo che il professore, privatamente, era un convinto antifascista. I nodi vengono però al pettine in occasione del famoso viaggio di Hitler in Italia del 1938, quando viene cortesemente invitato ad accompagnare in veste di interprete e cicerone, Duce e Furher in giro per musei e siti archeologici. A questo punto si ritrova davanti a un bivio: vestire in orbace e scattare sull'attenti davanti ai due odiati dittatori o compromettere studi, carriera e forse incolumità personale? Insomma, che fare? Quando poi il cortese invito si trasforma in un ordine perentorio che lui, da pubblico dipendente non può rifiutare, non ha più scelta.

Torna su