Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Italiani con Paolo Mieli St 2019 Beniamino Placido: la cultura accesa

Nella ricorrenza dei novant'anni della sua nascita, avvenuta a Rionero in Vulture il primo febbraio del 1929, Rai Storia propone un omaggio allo sguardo ironico e colto di Beniamino Placido, attraverso testimonianze e filmati dalle Teche Rai. Giornalista, critico e docente letterario, collaboratore alla Radio dal 1956, deve tuttavia la sua fama alla televisione, in quanto conduttore di rubriche ("16 e 35", le dirette dalla Biennale Cinema di Venezia), e alle celebri "Serate" (dedicate a Garibaldi, a Mussolini, a Marx, a Orwell, all'America, e a Manzoni), in cui coniuga cultura e intrattenimento, in modo originale ed ironico. In seguito, terrà per otto anni la rubrica di critica televisiva "A parer mio", su La Repubblica, e sarà consulente editoriale del Salone del Libro. Con "Eppur si muove", nel 1994, torna in televisione in coppia con Indro Montanelli, per compiere un'analisi dei vizi e delle virtù degli italiani. Muore il 6 gennaio 2010.

Torna su