Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Agorà St 2018/19 Perdere il Pil ma non il vizio - 07/02/2019

Il Fondo monetario internazionale ha lanciato l'allarme sui conti pubblici definendo l'Italia un "fattore di contagio" mentre la Commissione europea è pronta a un drastico taglio della stima del Pil 2019: solo pochi decimali sopra lo zero come lo stesso ufficio parlamentare di bilancio che prevede un +0,4% per il 2019. Intanto la Tav fa ancora litigare gli alleati di governo con la sorpresa espressa dal vicepremier Salvini dopo che l'analisi costi benefici è stata inviata a Parigi dal ministro Toninelli prima di averla mostrata agli altri membri del governo. L'alta velocità non è l'unico nodo aperto fra gli alleati: il caso Diciotti continua a tenere alta la tensione con il ministro degli Interni che afferma: "Sul voto della Diciotti non ci sarà nessuno scambio". Anche gli esteri hanno portato fibrillazione nei giorni scorsi: la posizione dell'Italia sull'autoproclamato presidente del Venezuela Guaidò non è stata netta e lo stesso Guaidò ha annunciato di aver chiesto un incontro ai due vicepremier italiani.

Torna su