Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Un anno di Rai St 2018 Maggio 2018 - Aldo Moro, 40 anni dopo

Il 16 maggio 1978, nei pressi dell'incrocio tra Via Stresa e Via Fani, si consuma uno dei più sanguinosi agguati della storia contemporanea italiana: quello al presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro e alla sua scorta. Tutti e cinque i componenti deputati alla difesa del Presidente vengono uccisi a colpi di mitraglietta e l'Onorevole Aldo Moro viene sequestrato. Qualche giorno dopo, le Brigate Rosse rivendicano il sequestro, inviando ai giornali una foto destinata a rimanere, purtroppo, indelebile, anche negli anni a venire: quella del Presidente Moro sotto uno stendardo firmato, appunto, "Brigate Rosse". Dal giorno del sequestro passano 55 giorni, tra comunicati dei terroristi, vani tentativi di ricerca, scoperte, depistaggi e dichiarazioni dei membri della DC e dei partiti di opposizione. Finché, la mattina del 9 maggio 1978, il cadavere di Aldo Moro viene ritrovato all'interno di una Renault rossa parcheggiata in Via Caetani, poco lontano dalla sede del suo partito. Quarantanni dopo sono ancora molte le domande e gli interrogativi aperti sul caso e sono ancora moltissime le persone che ricordano quel tragico evento che ha segnato la fine degli "anni di piombo" e cambiato per sempre la storia sociale, politica e culturale dell'Italia.

Torna su