Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Report St 2018-19 Bevande energetiche per giovanissimi?

Di Alessandra Borella. La strategia di marketing dei principali brand di bevande energetiche è aggressiva: eventi, concerti, incontri con i campioni dello sport, sponsor di sport estremi, come i tuffi da grandi altezze. Qual è il loro target? Nel 2013 RedBull (che vende sei miliardi di lattine all'anno nel mondo) ha firmato un accordo con l'Antitrust in Italia, perché la sua strategia commerciale non fosse più rivolta ai ragazzi, sia negli spot che su internet. I dati degli studi disponibili, però, confermano che i principali consumatori di queste bevande sono ancora oggi proprio i giovanissimi. In molti paesi le autorità sanitarie le stanno vietando ai minori, per preoccupazioni legate all'obesità visto che sono bevande molto zuccherate oltre che ad alto tenore di caffeina, e all'abitudine di associarle (e abusarne) con l'alcol. Il viceministro della Salute lituano ci racconta di una normativa molto rigida.

Torna su