Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Memex - Galileo Puntata 78 del 16/11/18

Che cosa accade agli oceani in un Pianeta che si scalda? Quando sentiamo parlare di "superfici bio-ispirate", esattamente a quali elementi della natura si ispirano queste superfici? È vero che la luce influenza non solo la visione e i colori, ma anche il benessere e la percezione dei nostri sensi? I protagonisti della Scienza ospiti in questa puntata ci aiutano a rispondere. A spiegarci le minacce al mare, in particolare i problemi indotti dal riscaldamento globale, è - da Venezia - Sandro Carniel (ISMAR CNR) nella sua rubrica dedicata all'oceanografia. Simone Ghio, negli spazi del Laboratory of Bio-inspired & Graphene Nanomechanics del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica dell'Università di Trento, ci mostra e ci racconta alcune superfici ispirate dalla natura, in particolare quelle ispirate alla foglia di loto, alla pelle dello squalo e al dorso di un coleottero autoctono del deserto della Namibia. Si tratta di superfici naturali dalle caratteristiche sorprendenti e soprattutto molto utili a livello ingegneristico. Valerio Rossi Albertini intervista Elisabetta Baldanzi, ricercatrice dell'Istituto Nazionale di Ottica del CNR, su come la luce influenzi i nostri sensi, perché "la luce influenza non solo la visione e i colori, ma anche il benessere e la percezione dei nostri sensi" e il laboratorio INO del CNR ha illuminato alcune opere d'arte con luce di differente temperature di colore e ha misurato con tecniche di eye tracking i punti di fissazione del soggetto all'interno del quadro. Parliamo poi di habitat marino e lo facciamo con Annalisa Falace, ricercatore del Dipartimento di Scienze della vita all'Università di Trieste: con lei scopriamo l'importanza della Cystoseira - un genere di alga bruna in relazione al progetto ROCPOP LIFE, progetto che ha lo scopo di innescare il rimboschimento delle foreste marine di Cystoseira all'interno delle aree marine protette di Cinque Terre e Miramare.

Torna su