ItaliaSì!

ItaliaSì! - Don Luigi Merola: "Difendo lo Stato che non mi protegge" - 06/10/2018 - RaiPlay

Don Luigi Merola: "Difendo lo Stato che non mi protegge" - 06/10/2018

St 2018/1911 min
Luigi Merola è un sacerdote napoletano noto per il suo impegno civico e in particolar modo per la sua opposizione alla camorra. Dal 1º ottobre del 2000 viene assegnato, prima come viceparroco e poi, dal 1º aprile 2004, come parroco in solidum, presso la parrocchia di San Giorgio Maggiore, nel quartiere napoletano di Forcella, dove resta per sette anni, fino al 24 giugno del 2007. Il periodo di permanenza a Forcella è stato segnato dal tragico evento, avvenuto il 27 marzo del 2004, dell'uccisione di una ragazzina di quattordici anni, Annalisa Durante, trovatasi per caso a passare nel luogo dove era in atto un agguato camorristico. Ignorando gli inviti a mantenere un profilo basso, don Merola nell'omelia del funerale della ragazzina attacca duramente la camorra e ricevute minacce di morte, gli viene assegnata la scorta successivamente tolta il 1 marzo 2016.
Vai al titolo