Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

La Grande Storia St 2018 L'orrore della guerra

I bombardamenti aerei hanno fatto della Seconda Guerra Mondiale una "guerra totale": nessuno era più al sicuro, il fronte era ovunque. "Guerra ai civili", di Graziella Pulcrano, è il doloroso racconto di come questo modo di fare la guerra sia diventato per le gerarchie militari sempre più strategico. Rare immagini d'archivio, toccanti testimonianze di chi subì quei bombardamenti e le incursioni dell'inviato nella storia Fabio Toncelli in alcuni luoghi poco conosciuti ma carichi di suggestione, per una storia tragica ma doverosa da raccontare. "La bomba atomica: un modo molto piacevole di morire", di Elio Mazzacane, vuole essere una sorta di continuazione del servizio precedente, e testimoniare un'estrema e perversa conseguenza della guerra ai civili. Si racconta infatti cosa successe quel 6 agosto 1945 a Hiroshima attraverso i numerosi diari lasciati dai sopravvissuti; attraverso le uniche due foto esistenti della città scattate poche ore dopo l'esplosione; e ancora attraverso le sconvolgenti immagini a colori fatte girare dall'esercito americano al tenente colonnello Daniel McGovern nei mesi successivi e poi secretate per 35 anni. "Nessuna radioattività tra le rovine di Hiroshima", scriverà il New York Times in prima pagina. Il generale Groves davanti il Senato degli Stati Uniti la definirà "A very pleasant way to die".

Torna su