Il furto della Gioconda

St 172 min
Due anni dopo la scomparsa del quadro, dall'antiquario Géry a Firenze si presenta un sedicente Leonardo V che si dichiara in possesso della Gioconda. Dietro lo pseudonimo si cela l'imbianchino Vincenzo Peruggia, che si dice disposto a restituire, dietro compenso, il quadro "rubato da Napoleone", a condizione che questo resti in Italia. Peruggia viene arrestato e condannato a poco più di un anno e Monna Lisa, prima di tornare al Louvre, viene esposta prima agli Uffizi e poi a Roma.
Vai al titolo