Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

La Grande Storia St 2018 I campioni di Hitler - 29/06/2018

Hitler vuole una nazione forte e vigorosa. I suoi campioni sono Bernd Rosemayer nell'automobilismo e Max Schmeling nel pugilato. Ma anche il dirigibile Zeppelin è un campione a suo modo: con i suoi 240 metri di lunghezza e 42 di altezza supera ogni record. E, con i suoi cerchi olimpici e le sue svastiche disegnate sulle fiancate, è perfetto per la propaganda nazista. In attesa dell'evento più atteso: le Olimpiadi di Berlino. Per il regime saranno un grandissimo successo grazie a un'organizzazione perfetta e alle incredibili riprese di Leni Riefenstahl. Ma saranno ricordate anche come le olimpiadi di Jesse Owens, un atleta afroamericano, nato in Alabama, nipote di schiavi d'America che conquista 4 medaglie d'oro. Storie di sport ma anche storie di uomini: durante le Olimpiadi di Berlino nasce l'amicizia tra il saltatore tedesco Luz Long e Jesse Owens, un legame che resisterà agli anni, alle divisioni e alla guerra. L'inviato Fabio Toncelli farà poi scoprire alcuni luoghi poco noti ma molto suggestivi. In "Sport e fascismo: i luoghi e le macchine" vediamo un angolo sconosciuto di Roma, il Circolo Ippico della Farnesina voluto da Mussolini, appassionato cavallerizzo; poi l'automobile di Tazio Nuvolari, con cui vinse la Mille Miglia; e, vicino Como, in un prezioso museo, un reperto storico eccezionale: la bicicletta originale di Gino Bartali.

Torna su