Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il men? in alto a destra

La difesa della razza St 2018 - Il razzismo degli smemorati - 27/05/2018

Il razzismo degli smemorati è il titolo della sesta ed ultima puntata dedicata al tema della discriminazione contro gli emigrati italiani. Il viaggio di Lerner parte da Marcinelle, in Belgio, dove sorgeva la miniera del Bois de Cazier. Nel 1956 nelle sue gallerie hanno perso la vita 262 minatori, 132 italiani. Catia Porri ha 67 anni, vive a Zurigo e da sempre è impegnata nel sociale contro ogni forma di discriminazione e di razzismo. A Lerner racconta la sua storia di bambina, una tra i tanti cosiddetti "figli proibiti". Dalla Svizzera a Colonia, nella piazza che fu teatro delle aggressioni da parte di centinaia di giovani immigrati contro donne tedesche nella notte di Capodanno 2016, luogo simbolo ha diviso la società tedesca e ha dato fiato ai movimenti contrari alla politica di apertura ai profughi della cancelliera Angela Merkel. Lerner incontra Tommaso Pedicini, caporedattore di Radio Colonia. A Macerata, nei giorni del processo a Luca Traini, accusato di strage aggravata da razzismo, Lerner intervista lo psichiatra Giovan Battista Camerini, incaricato della perizia dalla difesa. Al Museo Lombroso di Torino Lerner intervista il criminologo Adolfo Ceretti: l'antropologia può spiegare i comportamenti criminali? A Milano l'incontro con Vittorio Feltri, cui Lerner chiede conto dell'uso del linguaggio politicamente scorretto, tanto usato negli anni '30, dello sdoganamento espressioni e concetti razzisti per lungo tempo banditi. La puntata si conclude con un'intervista a Liliana Segre, senatrice a vita e superstite di Auschwitz.