Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Passato e Presente St 2017/18 Red Scare: la paura rossa

Aprile 1917: dopo tre anni di neutralità gli Stati Uniti fanno il loro ingresso nella prima guerra mondiale. Il presidente Woodrow Wilson proclama solennemente gli obiettivi dell'intervento americano: un futuro ordine mondiale di pace, governato dal diritto internazionale e garantito dal concerto delle nazioni libere e democratiche. E' un programma che gli garantisce il sostegno della parte più progressista dell'opinione pubblica, ma il paese è attraversato da divisioni profonde: ospita milioni di stranieri scarsamente integrati, è lacerato da sanguinosi conflitti industriali e totalmente impreparato dal punto di vista militare ed organizzativo ad affrontare una guerra moderna. La campagna propagandistica per raccogliere il consenso e la collaborazione degli americani allo sforzo bellico assume immediatamente dimensioni imponenti. Assieme al patriottismo si attiva rapidamente anche l'intolleranza verso qualunque forma di dissenso. In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli ne parla con il professor Mauro Canali.

Torna su