Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Passato e Presente St 2017/18 Papa Benedetto XVI

Il papato di Joseph Ratzinger, riletto a partire dal gesto delle sue dimissioni, a lungo meditate e annunciate dopo l'inizio dell'anno della fede, l'11 febbraio 2013. Un evento accaduto solo sei volte in duemila anni di storia della Chiesa. L'ultima, seicento anni prima, ai tempi di Celestino V, il papa del "gran rifiuto". Perché questa scelta? In questa puntata di "Passato e Presente", Paolo Mieli ne parla con il professor Alberto Melloni. Il pontificato di Benedetto XVI inizia otto anni prima nel 2005, quando viene eletto 264° successore di Pietro, sul soglio pontificio. Perché proprio lui? Quale Chiesa si trova a guidare? Molti si aspettano un papa "crociato" contro il relativismo. Ma Benedetto sceglie un'altra strada, che lo porta, tra l'altro, a riannodare il dialogo con le altre religioni. Deve anche affrontare una Via Crucis dolorosa, quella degli scandali finanziari e del caso dei preti pedofili. Da qui, forse, anche la decisione di "rompere" un tabù di secoli con un gesto forte: le dimissioni.

Torna su