Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Speciali Storia Mariangela! 1941 1973

Lella Costa presenta tre puntate dedicate alla figura di Mariangela Melato. Con l'aiuto di filmati delle teche Rai parte il racconto degli studi di pittura di Mariangela all'Accademia di Brera nei cruciali anni'60; del suo lavoro come vetrinista a La Rinascente dove conobbe un giovane Giorgio Armani che le servì a finanziare i primi corsi di recitazione. E ancora: l'ingresso a 19 anni nella compagnia di Fantasio Piccoli, i primi ruoli con Dario Fo. Lella Costa coinvolge Renzo Arbore e Maurizio Porro sulla 'milanesità' di Mariangela e quanto le sia rimasta dentro negli anni. Si passa quindi all'incontro decisivo con Luchino Visconti con cui la Melato recitò un ruolo nel 1967 in La monaca di Monza". Risale all'estate del 1969 il ruolo di Olimpia nel celeberrimo allestimento di "Orlando furioso" di Luca Ronconi al Festival dei Due Mondi di Spoleto che segna l'inizio di un'intensa collaborazione ultraquarantennale tra l'attrice e il regista. Gli ospiti in studio rievocano quel fertile periodo in cui l'attrice si divide fra teatro e cinema e incarna personaggi memorabili in film dal forte impegno civile e sociale come "La classe operaia va in paradiso" di Elio Petri accanto a Gian Maria Volonté.Ai primi anni 70 risale il forte legame sentimentale di Mariangela con Renzo Arbore, esemplare per affinità etica e complicità allegra, interrotto amichevolmente nei primi anni'80 ma destinato a restare indelebile e a cementarsi ulteriormente negli ultimi anni di vita dell'attrice. Un sodalizio decisivo nella professione e nella vita di Mariangela è quello con Lina Wertmùller che la valorizza come protagonista di tre celebri commedie grottesche girate con Giancarlo Giannini e diventate presto di culto in Italia e all'estero: "Mimi metallurgico ferito nell'onore" (1972), "Film d'amore e d'anarchia" (1973) e "Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto (1974).

Torna su