Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Passato e Presente St 2017/18 Iran 1979: la crisi degli ostaggi

Nel 1979, In Iran, l'ayatollah Komeini prende il potere dopo una rivoluzione che toglie dalla scena politica iraniana lo scià Reza Palhavi. Ma gli iraniani temono ingerenze degli Stati Uniti per riportarlo al potere. Per questo un gruppo di studenti rivoluzionari compie un gesto mai visto prima: invade l'ambasciata americana e prende in ostaggio oltre 50 persone. Una pagina di storia che Paolo Mieli rilegge con in professor Franco Cardini in questa puntata di "Passato e presente". La notizia del sequestro rimbalza su tutti i telegiornali. Il presidente americano Carter inizia una trattativa che si protrarrà per ben 444 giorni. Gli ostaggi saranno liberati, ma questa vicenda costa a Carter la rielezione a presidente: il 4 novembre 1980, infatti, a vincere sarà Ronald Regan. Gli ostaggi lasceranno l'Iran il giorno del giuramento del nuovo presidente, il 20 gennaio 1981. Da quel momento, tra Iran e Stati Uniti scende un gelo diplomatico, che si scioglierà solo molti anni dopo.

Torna su